Gli spettacoli in scena al Teatro Umberto Giordano

È stato un anno pieno di emozioni e sorprese al Giordano, dopo otto anni di silenzio. Molti gli artisti di fama, nazionale e internazionale, che hanno dato prestigio alla prima stagione.

A dare il la è stato il concerto dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, diretta dal M° Riccardo Muti, che il 10 dicembre 2014 ha celebrato la riapertura del teatro comunale.

Un debutto sold out, come gli spettacoli di prosa in programma.

Da “Il fu Mattia Pascal” di Pirandello, portato in scena a dicembre da Tato Russo, a “Il mondo non mi deve nulla” di Massimo Carlotto, interpretato da Pamela Villoresi e Claudio Casadia.

Da “Penso che un sogno così…”, omaggio a Domenico Modugno diretto da Giampiero Solari e interpretato da Beppe Fiorello a inizio 2015, a “Sogno di una notte di mezza sbornia” con Luca De Filippo per la regia di Armando Pugliese.

A febbraio è stata la volta del “Re Lear” di Michele Placido che, insieme alla sua compagnia, ha incantato il Giordano, seguito da un altro grande classico shakespeariano: “Romeo e Giulietta”, riletto dall’eclettica Factory Compagnia Transadriatica

Altri testi classici, inoltre, hanno fatto parte della prima stagione del rinato Giordano. Da “L’onorevole” di Leonardo Sciascia, diretto e interpretato da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, a “L’avaro” di Molière tradotto, adattato e diretto da Valeria Cavalli con Pietro De Pascalis, Jacopo Fracasso e Cristina Liparotto.

Tante le sorprese. Da “Servo per due – One man, two guvnors”, rivisitazione del goldoniano servitore di due padroni, interpretato da Pierfrancesco Favino a inizio marzo, fino ai “Personaggi” del grande Antonio Albanese, in scena al Giordano a inizio primavera.

A chiudere la prima stagione di prosa saranno altri due spettacoli imperdibili. Il primo è “La misteriosa scomparsa di W”, scritto da Stefano Benni e interpretato da Ambra Angiolini, in scena il 27 e il 28 marzo. E “Favola, c’era una volta una bambina, e dico c’era perché non c’è più”, il 14 e il 15 aprile, scritto, diretto e interpretato da uno dei protagonisti della drammaturgia italiana contemporanea: Filippo Timi.

Il Teatro Umberto Giordano vi dà appuntamento alla stagione 2015/2016 e saluta il pubblico con un arrivederci speciale: il concerto, il 19 aprile, di una star internazionale come Richard Galliano, accompagnato dal New Musette Quartet.

Non ci sono articoli in questa categoria. Se si visualizzano le sottocategorie, dovrebbero contenere degli articoli.

CALENDARIO PROGRAMMAZIONE
«Aprile 2017»
LunMarMerGioVenSabDom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Legenda
  • Concerti
  • Prosa
  • Umberto Giordano 150°