Tuesday December 22nd 2015 hour 20:30

Due tra le più belle voci della scena contemporanea, Sarah-Jane Morris e Ian Shaw di nuovo insieme in duetto per unire le loro potenti voci al pianoforte in un concerto che celebra il Natale e il suo significato nella musica nel progetto “Angels Blues and Swinging Xmas” Sarah-Jane Morris un grande nome della musica mondiale che ha saputo imporsi, con la sua inconfondibile voce, calda e passionale e con uno stile sofisticato, in produzioni importanti spaziando dal pop al blues, fino al jazz e al soul.

Negli anni ha collaborato con note band musicali londinesi, memorabili le sue personalissime interpretazioni di “Into the Garden”, singolo del debutto degli Eurythmics, “Don’t leave this way” in duetto con Jimmy Sommerville, e “Me and Mrs Jones”.

Sarah incontra la voce angelica di Ian Shaw, ben due volte premiato con il BBC Jazz Award come ”Best vocalist”. Ian Shaw, noto anche come pianista, ha inciso diversi album di successo sia nel Regno Unito sia negli Stati Uniti, il suo acclamato album “Drawn to All Things – the songs of Joni Mitchell” lo ha consacrato come “il più grande jazz vocalist maschile della Gran Bretagna (Jazz Times).

Il programma include canzoni originali di Sarah-Jane Morris, tra le quali “Heaven” e “Only to be with you” e celebri canti di Natale, come “Silent Night”, “In the Bleak MidWinter” e la famosa “Happy Christmas War is Over” di John Lennon.

Il concerto si terrà nella Cattedrale.

LINE UP

  • SARAH JANE MORRIS - voce
  • IAN SHAW – voce e piano

SARAH JANE MORRIS

“Lasciate a casa i preconcetti”. Così inizia la descrizione di un critico londinese della sensuale cantante-autrice Sarah Jane Morris che spazia dal rock al blues al jazz e al soul con un’estensione di quattro ottave che fa letteralmente venire i brividi.

Nella voce di Sarah Jane alcuni all’inizio sentono Sarah Vaughan o Billie Holiday, altri citano Macy Gray o Erikah Badu. Lei si sentirebbe più figlia di Nina Simone e Janis Joplin, ma è la sua fortissima individualità che oltre alla voce le ha permesso di emergere come Sarah Jane Morris, una cantante che da venticinque anni riscalda il cuore di chi la ascolta.

Diventata famosa per la sua collaborazione con I Communards a metà degli anni ’80 e famigerata per una versione poi censurata del classico Me and Mrs Jones, Sarah Jane Morris ha sempre attratto l’attenzione su di sè sia per il suo impegno civile che per la sua voce tellurica , una voce che parte dall’anima.

I suoi più grandi successi oltre che in Gran Bretagna (dove in seguito a concerti diventati leggendari per sei anni di seguito ha fatto registrare settimane intere di tutto esaurito al Ronnie Scott’s Club) li ha ottenuti in Giappone, Germania, Italia e Grecia. La vittoria agli European Grammy awards e quella del Festival di Sanremo l’hanno fatta conoscere al pubblico più vasto.

Nell’ottobre 2006 la Morris ha celebrato i 25 anni di carriera con la pubblicazione di un doppio album, After All These Years. Questa compilation di 34 brani, entrata subito nei Top 40 in Europa include brani acustici, dance remix e brani dal vivo che danno un’idea dello spirito e dell’energia di quest’artista carismatica e pura. I due CD ripercorrono la carriera di Sarah Jane dagli inizi con le band politicizzate The Republic e The Happy End fino ai pezzi saliti in cima alle classifiche, a single come solista, e a brani live inediti, e contiene una nuova versione bossa nova del suo successo Me and Mrs Jones che è ormai un cult.

Per festeggiare i vent’anni dal suo successo con i Communards Sarah Jane ha pubblicato una nuova versione di Don’t leave me this way che, salito immediatamente in cima alle classifiche, fu il disco più venduto dell’anno.

“Una voce che sa provocare brividi di passione e di piacere…si innalza, discende, sensuale e sofisticata, questa voce è più che uno stile, è una forza della natura. ….che canti canzoni romantiche, standard soul o fumosi blues, il messaggio rimane costante: passione umana trasmessa da una voce che lascia stupefatti”.Neil Spencer, The Observer

http://www.sarahjanemorris.co.uk/
https://www.facebook.com/SarahJaneMorrisMusic?fref=ts

IAN SHAW

Ian Shaw due volte vincitore del premio per il JAZZ della BBc (BBC Jazz Award) come “miglior vocalista” (2004 & 2007) IAN SHAW da molto tempo è indicato come il vocalista maschile jazz più compiuto del Regno Unito. Dopo il debutto nel circuito cabarettistico alternativo negli anni ’80 come Jo Brand, Julian Clary e Rory Bremner il critico jazz Dave Illic lo definì , ‘La voce del decennio.’ Seguirono collaborazioni col leggendario cantante blues rock Carol Grime ed alcuni passaggi con la propria band ‘Brave New World,’ quando venne notato dal sassofonista e produttore Ronnie Scott, che lo seguì e lanciò la sua carriera sulle scene del jazz contemporanee.

Da allora Shaw ha avuto residenze che hanno sempre registrato il tutto esaurito nei famosi jazz club di Soho, accanto ad esibizioni assieme al suo famoso quartetto nei maggiori centri e festival del mondo. Ha inciso una lunga serie di album acclamati su entrambe le rive dell’Atlantico e nel resto del mondo; il recente , ‘Somewhere Towards Love’ (Splash Point Records), è costituito da una collezione di ballate intime eseguite da Shaw solo al piano.

http://www.ianshaw.biz/
https://www.facebook.com/ian.shaw.798?fref=ts

CALENDAR SCHEDULING
«November 2019»
MonTueWedThuFriSatSun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Legenda
  • Giordano in jazz - Matinée
  • GIJ - Winter Edition
  • Lirica
  • Prosa